Piatto colorato della tradizione napoletana, aggiunge al gusto, faciltà di esecuzione e rapidità nella preparazione. Presentato bene, offre anche un bel colpo d’occhio.

Nato forse all’epoca del contrabbando, nel dopoguerra, questo piatto di burro, uova  e pancetta. Era considerato un piatto povero data la natura dei suoi ingredienti. E al posto del burro si usava lo strutto, per renderlo più saziante. Quelli i tempi della descritti nella Napoli milionaria dove Eduardo De Filippo pronunciava “adda passà ‘a nuttata”.

Ingredienti (per 4 persone):

400 gr di spaghetti
4 uova
100 gr di pancetta tesa
80 gr burro
sale
pepe
parmigiano grattugiato

Preparazione

Per preparare le uova a occhio di bue, lasciando fondere il burro in una padella aggiungendo anche la pancetta, tagliata in precedenza a pezzettini. A burro fuso, rompere il guscio delle uova e versarle direttamente nella padella. In cottura dell’uovo, raccogliete con un cucchiaio il burro e versatelo sul tuorlo, cosicché il burro bollente cuocia, in parte, il tuorlo; salate.

A questo punto conservate le 4 uova, una a testa, per le 4 persone che mangeranno questo piatto. Nella pentola con la pasta che avrete cotto in contemporanea, aggiungete il sugo rimasta con la pancetta e del pepe, del parmigiano grattugiato, rimestando energicamente. Impiattate la pasta e ad ogni piatto mettete un uovo a occhio di bue. Servite immediatamente. Quando romperete il tuorlo, uscirà la crema del rosso che si amalgamerà con la pasta e il parmigiano, creando quella meravigliosa crema.

Seguici su:
0