I piatti tipici d’oltre regione rielaborati in Campania hanno sempre prodotto grandi risultati, per gusto, qualità dei prodotti e fantasia. Grazie questa volta agli amici emiliani per lo spunto culinario.

Facile da preparare e fatta alla napoletana è più leggera se confrontata con la versione emiliana che usa in più salsicce, pancetta e mortadella. La carne da usare è quella di manzo, e se usate una falanghina per sfumare male non fate. Come se la pasta è di Gragnano il sapore ne acquista ancora di più. In questa versione noi abbiamo scelto i rigatoni, ma se altri tipi di pasta, il risultato non cambia. Non vi fermereste mai a mangiarne

Ingredienti per 4 persone: gr 400 rigatoni,  gr 500 pelata pomodori san marzano, 50 gr burro, 1 sedano, 1 carota, 1 scalogno, gr 500 macinato di manzo, 1/2 bicchiere di vino bianco, gr 80 parmigiano grattugiato o a riccioli, olio evo, sale

Preparazione

In una pentola alta versare olio e preparare il soffritto con le verdure tritate facendo sciogliere il burro contemporaneamente. Per cui tritate la carota, il sedano e lo scalogno e passateli nella pentola con l’olio ed il burro. Imbionditi, aggiungete la carne e provvedete a mescolare tutto con cura. Semicotta la carne dopo qualche minuto, sfumate con il vino bianco. Asciugato il vino aggiungerete i pomodori sfaldati con le mani. Fate cuocere tutto assieme acnora per una quindicina di muniti, e quando inizia ad asciugarsi il sugo aggiungete un po’ di acqua che avrete nel mentre tenuto a scaldare in un bollitoio a parte. Salate a gusto vostro. Cuocete sino ad ottenere un sugo tirato come più vi piace. Nel mentre avrete anche fatto cuocere la pasta che, appena al dente, riversate nella pentola alta per farla mantecare con tutto il condimento. L’ultimo colpo di mestolo datelo versando anche metà del parmigiano nella pentola e prima di portare a tavola, spolverate il restante parmigiano. Buon appetito.